Capire e praticare Heartfulness

june5

Qual è la differenza tra Heartfulness e Mindfulness?

Mindfulness è un programma estremamente positivo ed efficace che affonda le sue radici nel buddismo. Si configura, nella sua essenza, come un approccio umanistico e sposa l’idea di forza interiore, equilibrio e compassione per creare uno stato esistenziale armonioso ed efficace, a livello individuale e, quindi, collettivo. Mindfulness mira a sfruttare e migliorare il potere della mente. Si occupa in modo scientifico dei cambiamenti anatomici che avvengono nel cervello grazie alla meditazione e dei benefici psicologici, tra cui l’espansione della compassione, della gratitudine e del perdono. Esplora il regno della consapevolezza, dell’intuizione e della coscienza, nonché l’impatto sul nostro benessere genetico. È anche un modo di vita, derivato dal buddismo, la cui filosofia di base è primariamente atea. Dio, dunque, non appare da nessuna parte in Mindfulness; l’obiettivo ultimo della meditazione buddista è l’illuminazione.

Questa illuminazione comprende l’amore – l’amore per il se e l’amore universale? Quando proviamo questo amore incondizionato, lo chiamiamo amore divino o amore per la coscienza divina?

È necessario credere nell’esistenza di Dio per praticare la meditazione Mindfulness o Heartfulness? Certo che no! Abbiamo bisogno di Dio? Potrebbe non essere una domanda rilevante. Che differenza fa?

“Tutta la questione di mindfulness rivela una profonda verità sulla nostra esistenza: siamo esseri spirituali. Desideriamo la pace, la calma e l’amore. Ma da dove provengono questi desideri? (Fr. Michael Najim[1]) Credo che vengano dal luogo in cui si trova la nostra Fonte, che può chiamarsi Dio o Casa Originaria.

La meditazione Heartfulness è centrata sul cuore ed è aperta a tutti, a prescindere dalla propria religione o credo religioso. Il cuore è il centro del sentire; ecco perché spesso lo qualifichiamo con un aggettivo: parliamo ad esempio di cuore gentile, cuore freddo, cuore generoso ecc. Heartfulness implica l’essere consapevoli (mindful) di ciò che facciamo.

Nell’espansione di questa consapevolezza, Heartfulness è il passo evolutivo successivo. Oltre a contenere in sé tutti i benefici di Mindfulness, ci porta ancora più nel profondo del nucleo dell’esistenza umana – il Cuore.

Quindi, cos’è Heartfulness esattamente?

È tutto, in quanto il cuore è il centro della nostra esistenza.

Il cuore è ciò che tiene insieme le cose e le persone. È nella bellezza di ogni cosa. Nell’efficacia e nella semplicità del nostro lavoro, delle nostre relazioni e dei nostri movimenti. È la vita della vita (trasmissione), la causa della vita (anima), la sorgente della vita (anima Ultima o Paramatma) e lo scopo della vita (l’unione con lo stato Ultimo). È nello spirito delle cose, nell’attività o nella manifestazione.

È ciò che ci spinge a fare una pausa, a pensare, a sentire, ad amare quello che facciamo e come lo facciamo. È nella cura che diamo alle persone, alle cose e alla natura intorno a noi. È ciò che ci fa amare e aver cura di noi stessi. Ciò che elimina il buio, l’ignoranza, il disequilibrio e il disordine.

È l’arte e la scienza dell’esistenza, del movimento e della trascendenza. È il ponte tra l’individualità e l’unità, la diversità e l’integrità, l’umanità e la divinità.

È nei meccanismi del movimento, della conversazione e della comunicazione. Nel disegno delle cose che si muovono, discorrono e comunicano. È nell’espressione del disegno e dei meccanismi delle cose che si muovono, discorrono e comunicano.

È nell’abbaiare di un cane e nel muggito di una mucca. Si può sentire nei suoni del rock and roll e nelle giungle dell’Amazzonia. C’è quando cuciniamo o quando aiutiamo i bambini a fare i compiti. Quando parliamo con il figlio di mezzo, con il primo, con l’ultimo o con colui che è nato morto. Può esserci quando chiediamo ai corvi di lasciare una sala o agli studenti di tranquillizzarsi. Deve essere dentro di noi affinché la possiamo vedere al di fuori.

È e sarà in ogni cosa, perché è la causa di tutto, e può essere coltivata in ogni cosa creata dall’uomo. È il contenitore invisibile che ha in sé il contenuto, la sua fragranza e la sua applicazione.

È un modo di vivere; un cammino verso la vita interiore e la vita ultima!

Come si pratica Heartfulness?

Utilizzando correttamente tutti gli strumenti che ci vengono dati in Heartfulness, impariamo a rilassarci,meditare , purificarci attraverso il cleaning, pregare e raggiungere il nostro pieno potenziale di esseri umani.

[1] http://liveholiness.com/tag/spiritual-awareness/

Victor Kannan

Victor Kannan è il Direttore dell'Heartfulness Institute. Ha iniziato a praticare la meditazione Heartfulness all'età di 22 anni. Ha avuto la fortuna di conoscere questo sistema di meditazione che offriva una risposta esauriente a chi aspira a una vita nobile e all'eccellenza interiore. Si è trasferito negli Stati Uniti più di 30 anni fa e lavora nel settore finanziario, aiutando società e imprenditori a raggiungere i propri obiettivi. La meditazione è uno strumento per bilanciare una vita fatta di impegno nel raggiungere l'eccellenza e un'attitudine improntata alla felicità. La meditazione Heartfulness, conosciuta anche come la Via Naturale, è un sistema completo che consente di esplorare i misteri del Cuore come centro della nostra esistenza, dei sentimenti e dell'evoluzione.

More Posts